Head hunters a Milano


I consulenti delle società di headhunting chiamati anche “cacciatori di teste” utilizzano un metodo di selezione orientato verso le figure di altissimo profilo, legate all’area “executive” della società, ma ultimamente si stanno spostando sempre di più anche verso le figure intermedie, quindi oltre alle figure della prima dirigenza, executive e quadri, coinvolgono anche tutte le figure del middle management.

Il compito degli headhunters è di individuare le risorse idonee alla posizione e caratteristiche elencate dall’azienda cliente, contattarli e presentare loro la proposta, nell’ottica di portarli a valutare la nuova opportunità professionale ed eventualmente accettare la proposta dell’azienda committente. Questo compito è talvolta reso ancora più difficile dal fatto che i potenziali “candidati” non sono necessariamente alla ricerca di un nuovo impiego e il lavoro del consulente è anche capire come e cosa proporre per ottenere l’interesse della persona, presentando l’ opportunità nella maniera più attraente e quindi oltre alla ricerca e selezione delle figure qualificate un headhunter si occupa spesso anche della parte di negoziazione e definizione dell’offerta al candidato.

La maggior parte degli headhunters a Milano e in Italia, come Arethusa, Trevi Search, Mindoor, per citarne alcuni, si affidano a questi metodi di ricerca e selezione dei potenziali candidati.

I candidati vengono identificati, valutati e presentati al cliente sulla base della idoneità ad un profilo professionale congiuntamente sviluppato e definito da società di consulenza (gli headhunters) e azienda cliente (la società che cerca la risorsa).

Per essere sempre aggiornati sulle figure professionali dei propri clienti e per sapere a chi rivolgersi durante la ricerca commissionata dal cliente, gli head hunters si impegnano sempre a migliorare e ampliare la loro rete di contatti, all’interno della quale potranno individuare le potenziali risorse, ma anche per avere una rete di contatti dai quali poter ottenere informazioni utili sui potenziali candidati che bisogna ancora individuare.


È importante presentarsi agli headhunters usando gli strumenti giusti; per contattare circa 100 Headhunters a Milano e in Italia è possibile usare un servizio di inoltro CV

Vai al serizio di eMail Executive

Per contattare oltre 200 società di selezione con un click

Vai al serizio di eMail Hunter

Per contattare circa i 100 Headhunter

Per quanto riguarda il lato economico dell’attività dei cacciatori di teste, il servizio di consulenza è retribuito sempre dall’azienda cliente e mai dal candidato, anche se è stato il candidato a mettersi in contatto con la società (tramite una candidatura spontanea ad esempio).

Gli headhunter e le società di executive search e headhunting possono essere specializzate in determinati settori (ad esempio le società specializzate in ricerca nell’ambito di marketing e comunicazione oppure nel settore IT) oppure generaliste, che operano in diversi settori industriali.

La professione di Head Hunters rispetta anche una serie di principi etici che sono alla base di ogni rapporto con i clienti e i candidati. Tra i più importanti è l'impegno ad aiutare alla crescita e potenziare la struttura dell’azienda cliente, operando in esclusiva e rispettando gli accordi specifici di non concorrenza, che prevedono che una società di consulenza non contatti dipendenti di un attuale cliente per altre eventuali ricerche.

Un ulteriore sviluppo che ha avuto questa metodologia nei tempi recenti è stato l’utilizzo del Web per reperire le figure ricercate. Tale innovazione, però, è ancora poco praticata in Italia, ma secondo gli esperti, e soprattutto a Milano, il “net head hunting” è destinato ad esplodere negli anni a venire, data la sua efficacia nel reperimento di candidature valide e profilate e grazie alla sua natura web-based che consente di velocizzare estremamente il processo di ricerca.